Il Metodo HABIB La Verità nel Contatto, un nuovo approccio alla Crescita Personale

Da : Massimo Habib

 

Che cosa realmente ci fa stare bene? Cosa ci consente di affrontare il mondo esteriore e le nostre difficoltà relazionali ma anche “interne”?

Rispondere a questa domanda è certamente difficile ma quando lavoro, propongo i miei workshop e gli incontri individuali me la pongo sempre. Una prima risposta è: la consapevolezza profonda dei miei processi interiori, ovverosia come funziono, cosa mi accade dentro, come reagisco alle sollecitazioni esterne, come mi comporto. Nonostante questa risposta sia, per me, fondamentale, è possibile, credo, integrarla con un’altra: la vitalità. Se mentre comprendo mi sento vitale, energetico, il sangue fluisce e sento il piacere scorrere nelle vene allora comprendermi sarà più facile e potrò superare quelle barriere interiori che spesso richiamano traumi antichi, difficoltà, fallimenti.

Il Metodo Habib prevede la sinergia fra queste due risposte: Consapevolezza e Vitalità. La consapevolezza è data dal risultato del contatto a livello del petto di due persone. Cosa accade al confine di questo contatto? Un sacco di cose. Soprattutto se questa speciale danza segue due semplici regole: uno guida, uno si lascia guidare. La chiarezza dei movimenti sottolinea il modo in cui ci comportiamo nelle relazioni ma anche quando siamo soli. Studiare ciò che avviene in quello spazio condiviso è il fulcro del mio lavoro: lì accade di tutto, proiezioni di vissuti, di figure genitoriali, speranze, intoppi, blocchi energetici, corazze caratteriali. Fare una chiarezza cognitivo-corporea è possibile e fondamentale per stare meglio e continuare il cammino della vita. Ma tutto questo sarebbe spento, piatto e in fondo, incomprensibile se non si accompagnasse a un esercizio continuativo di vitalità! Ed è qui che il Metodo si manifesta nella sua peculiare energia. Questa danza a due, intervallata da condivisioni esplicative, ci consente di emergere nella nostra energia vitale presente e sotterranea, a volte insospettata. Le musiche esclusive, il gruppo, le suggestioni che propongo sempre innalzano il livello vitale dell’esperienza fino a indimenticabili momenti catartici. E’ durante questi momenti che arrivano speciali “insights” che esaltano la comprensione delle nostre dinamiche.

In pratica, durante i workshop, il partecipante trascorre il tempo nei seguenti modi: 1. Ascoltandomi quando propongo elementi narrativi quali biografie di grandi personaggi della musica (Bowie, Cohen, Doors, Springsteen ecc.) 2. Facendo, tramite particolari esercizi, collegamenti fra le storie raccontante e i propri vissuti. 3. Danzando tutto questo tramite le ordinate e semplici pratiche del TangoOlistico® (ascoltando magnifiche e significative musiche) 4. condividendo a due o in gruppo le singole esperienze. Il risultato è un entusiasmante momento di crescita, di auto-realizzazione, di conoscenza di sé e degli altri. La nostra finale risposta alla domanda iniziale è: la Verità nel Contatto.

www.metodohabib.it